Ultimo aggiornamento: ottobre 2020

 2023 Pavia

Sperimentazione di una strada scolastica

via Saluzzo - Scuola Statale Vallone

 27 ottobre 2023

Organizzato dall'associazione Il Sellino Spiritato in collaborazione con il comune di Pavia, l’Università degli studi di Pavia (Dipartimento di Sanità Pubblica) e Fondazione Cariplo nell’ambito del bando “Effetto ECO 2022".

Il progetto ha avuto come scopo quello di proporre una azione “concreta” portante, da attuare sul territorio di Pavia, accompagnata da una serie di interventi di supporto. Gli interventi che sono stati proposti potranno essere, successivamente, in caso di impatto positivo, adottati in altre parti della città e in altri contesti. 

Nello specifico il progetto ha proposto una serie di interventi poi attuati presso le strutture scolastiche o nelle loro vicinanze:

Azione portante: rifunzionalizzazione della strada “Via Saluzzo” ubicata presso l’ingresso della scuola elementare e dell’infanzia Vallone. La rifunzionalizzazione è stata proposta alla cittadinanza residente e attuata in varie fasi, graduali, nelle quali la chiusura al traffico della strada è stata resa, mano a mano più stabile nel tempo (prevedendo diverse fasce d’orario, da ampliare con il tempo a seconda dei risultati che si ottengono). Durante gli orari di chiusura della strada (garantita con fioriere rimovibili) la strada è stata utilizzata per scopi sociali alternativi, sviluppati anche in accordo con la scuola, come lo sviluppo di piccoli orti urbani, giochi da strada, sistemi per stimolare le pause attive.

Azioni di accompagnamento: le azioni di accompagnamento hanno riguardato l’adeguamento e lo sviluppo di mobilità attiva a favore degli studenti. In particolare il progetto ha sviluppato:
Due linee pedibus, attuate nel Quartiere Vallone. Il Pedibus si è avvalso di personale retribuito al fine di sviluppare le linee e per l’accompagnamento degli studenti verso il plesso scolastico;
Una linea bicibus, coadiuvato dalla presenza di personale dotato di cargo-bike, al fine di garantire il trasporto degli zaini degli studenti, spesso pesanti e ingombranti e reale fonte di inibizione all’uso della bicicletta;
Progettazione e realizzazione di bike-lane nei pressi della scuola Vallone.

Di seguito, alcune foto di via Saluzzo prima dell’intervento. 

Interventi di chi ha collaborato attivamente al progetto ed alla sperimentazione. Come ho sottolineato più volte, il successo delle sperimentazioni che per primo ho portato in Italia è dovuto principalmente alla partecipazione di diversi attori, a partire dal contributo fondamentale dei tecnici del comune, delle associazioni e dei collettivi di zona, degli esperti in diversi campi che hanno portato volontariamente il proprio contributo, fino ai cittadini e residenti del quartiere. Di seguito il commento di alcuni dei principali attori del progetto.

Clara dell'Associazione Il Sellino Spiritato:
“Io sono Clara, sono una docente di fisica e matematica faccio parte della associazione il Sellino Spiritato. Il Sellino Spiritato è nato nel 2019 sull'iniziativa di diverse persone che si sono rese conto che la mobilità a Pavia è una mobilità molto sconclusionata e senza un filo logico. Quando è nata questa associazione abbiamo deciso quindi di cercare di cambiare la mobilità all'interno della città. Il nome dell'Associazione è nato perché guardando le statistiche abbiamo visto che se una persona fa in media 500 chilometri l'anno in bicicletta, la probabilità che resti investito in incidente è molto elevata: da questo Il Sellino Spiritato.” 

Cosimo Lacava, Presidente dell'Associazione Il Sellino Spiritato:
“La città aveva alcuni problemi riguarda la ciclabilità come tante città italiane e il Sellino si proponeva di analizzarle da un punto di vista più scientifico rispetto a quello che si faceva mediamente a livello associativo. Poi si è ingrandita ed è diventata una associazione che ha dentro più argomenti tra cui l'ambiente, la sostenibilità e diciamo altre cose legate comunque alla mobilità. E oggi appunto una delle nostre attività e quella che cerchiamo appunto di portare avanti è proprio quella di cambiare gli spazi, perché gli spazi sono poi il cuore pulsante della vita della città. Noi abbiamo proposto questo progetto alla Fondazione Cariplo, che ce l’ha finanziato tramite il bando Effetto Eco, con l’adesione chiaramente del comune di Pavia che ha sposato da subito questo progetto con grande entusiasmo devo dire. E quindi noi abbiamo scritto, l’abbiamo sottoposto alla Fondazione che ce lo ha approvato e oggi siamo qui a attuare una parte di questo progetto che riguarda la piazza tattica che ha all'interno la piazza tattica ma anche altri componenti, quindi ha la componente di PediBus, che abbiamo realizzato in questi mesi, quindi i bambini vengono accompagnati a scuola a piedi e arriva qui, alla componente di moderazione del traffico, quindi la strada che vedete dalla parte di lì e da questa parte qui verrà ridisegnata con degli interventi che sostanzialmente mirano a ridurre la velocità delle auto e a garantire più sicurezza per i bambini e le bambine che arrivano qua. Il fatto è potenzialmente enorme, diciamo qui stiamo parlando di un luogo che viene completamente rifunzionalizzato una strada che prima era un grigio parcheggio diventa una strada colorata, una piazza colorata per la città, quindi i giochi e la possibilità di vedersi, la possibilità di parlare, possibilità di giocare, insomma diciamo potenzialmente l'effetto è dirompente e sono sicuro che sarà poi così."

Antonio Bobbio Pallavicini, vicesindaco e assessore con delega ai Lavori Pubblici, Mobilità, Infrastrutture e Trasporti del comune di Pavia:
“A me ha fatto molto piacere perché stiamo investendo tanto con fatti e non con parole come spesso avviene su la trasformazione di strade o sull'allargamento di marciapiedi per creare più vivibilità per i pedoni. Questo progetto semplice, molto pragmatico, l’ho sposato fin da subito e mi fa piacere perché oggi lo abbiamo inaugurato in mezzo a tanti bambini. È una nuova sfida per la città, ma per me sicuramente un'esperienza pilota che se andrà buon fine come spero, come sono convinto, potrà essere mutuata in altri plessi scolastici.” 

Simone Melani dell'Associazione Il Sellino Spiritato:
"Ciao, sono Simone, sono il papà di un bambino che frequenta questo istituto, questa scuola, e mi occupo per lavoro di movimento e lavoro al Dipartimento di Sanità Pubblica, corso di laurea in scienze motorie. Allora, questo progetto può essere un buon modo per fare muovere di più i bambini. Sappiamo dai dati che la maggior parte di questi si muove, fanno attività fisica almeno tre, quattro volte alla settimana, però non si muove abbastanza, non fa 60 minuti, quelli consigliati diciamo che i pediatri consigliano giornalmente di attività motoria, e avere uno spazio sicuro in cui muoversi, in cui camminare, puoi giocare, in cui divertirsi, ha anche all’uscita da scuola, ma anche all’entrata, è sicuramente un ottimo modo per incrementare questo tempo, per la loro salute, per la loro salute e per il loro divertimento in generale."

Insegnante della Scuola Vallone:
"La scuola ha subito accettato l’idea e già ci lavoriamo insieme a Sellino Spiritato e al comune di Pavia dall’anno scorso. Prima di tutto come una educazione anche stradale, una educazione alla mobilità sostenibile all'interno delle classi da volontari che sono venuti a spiegare il progetto. Poi i bambini hanno cercato di realizzare dei disegni per ciò che volevano all'interno di una piazza tattica, e quindi alla fine siamo riusciti ad arrivare ad oggi con tutti i permessi che ci ha dato il comune, a realizzare gran parte di ciò che ragazzi e i bambini avevano scelto per questo luogo. I bambini erano felicissimi, sono venuti, hanno corso, si sono riappropriati degli spazi cittadini che purtroppo non potevano più essere loro."

Nei prossimi mesi la strada scolastica si arricchirà di nuovo arredo urbano: tavoli con sedute, panchine per l'attesa dei genitori, nuove piante in vaso, ping pong e altri giochi per i ragazzi della scuola.

Guarda le altre altre mie sperimentazioni di Zona 30 dal basso 

2019 - Milano - Q.re Rovereto
2019 - Milano - Q.re Rovereto

Dopo il successo della prima sperimentazione di Zona 30 dal basso milanese e la richiesta di replica in altri municipi della città, con Genitori Antismog e Fiab Milano Ciclobby abbiamo proposto al Comune di Milano...

2018 - Milano - Q.re Corvetto
2018 - Milano - Q.re Corvetto

Il 5 maggio 2017 - su invito dei Genitori Antismog che avevano promosso l'incontro - ho avuto l'occasione di presentare al Sindaco di Milano Giuseppe Sala e all'assessore alla mobilità Granelli le prime sperimentazioni di Zone 30...

2014 - Casalmaggiore (CR)
2014 - Casalmaggiore (CR)

Dopo le prime esperienze di Terni e Modena, ho partecipato a Casalmaggiore (CR) alla terza sperimentazione dal basso di una Zona 30 in Italia, su invito dell’associazione...

2013 - Terni
2013 - Terni

In questa cornice abbiamo proposto una sessione di lavori che affiancasse alla classica lezione frontale una progettazione scala uno a uno di una zona 30 e di un woonerf...

© Copyright Matteo Dondé Architetto - P.Iva: 03459000968 - All Rights Reserved

HTML Editor